[email protected]
  • it

Single Blog Title

This is a single blog caption
22 Mar 2016

E’ mai possibile che non si riesce a stare in pace!?!?

/
Comments0
/
Tags

Il cliente riporta i seguenti fatti. La domenica dopo aver trascorso il tempo libero in famiglia con le ragazzine, al rientro a casa ai primi capricci di una delle due figliole perdeva letteralmente le staffe fino al punto di usare le mani per ripristinare ordine e calma. Il cliente stesso durante la narrazione mostra una fisiologia di una persona che si vergogna del suo stesso comportamento.

Intervento di PNL

Sebbene si potrebbe procedere con una ristrutturazione in sei fasi, in quel caso ho optato per il collasso delle ancore. Il collasso delle ancore prevede in prima battuta la installazione di due ancore cenestesiche. Una ancora cenestesica negativa (quella relativa alla situazione descritta dal cliente) ed una ancora positiva installandovi delle risorse utili per far collassare il comportamento indesiderato. La installazione delle due ancore avvenne rispettivamente sul ginocchio destro e sul ginocchio sinistro del cliente. Dopo aver verificato la corretta installazione delle due ancore, chiedo al cliente di chiudere gli occhi e guido il cliente a rievocare lo stato estremamente positivo e a quel punto stimolo lo stato interno grazie ad una pressione sul ginocchio dove avevo installato l’ancora positiva. In questo stato positivo e pieno di risorse guido il cliente nella circostanza riportato (la domenica sera con le ragazzine) al fine di permettergli di vivere la situazione con delle risorse in più e soprattutto in uno stato interno positivo. A questo punto tocco anche il secondo ginocchio per pochi istanti (in questa fase avviene il collasso delle ancore, ovvero quando le due ancore sono simultaneamente stimolate dal coach). Dopo pochi istanti, lascio l’ancora in cui era installata la situazione negativa della domenica sera e continuo a tenere pigiata l’ancora positiva per poi rilasciare anche questa seconda ancora.

Spiegazione in termini di PNL

Il cervello è incapace di gestire simultaneamente due stati emozionali contrapposti. Il segreto principale di questa tecnica sta nell’installare le due ancore in maniera tale che quella negativa sia leggermente avvertibile da parte del cliente mentre quella positiva sia davvero intensa. Nel momento in cui viene stimolata quella negativa, il cliente si trova in uno stato molto positivo ed intenso e questa positività impedirà all’ancora negativa di poter agire. Nel momento in cui si rilascia l’ancora negativa si dovrà continuare a guidare il cliente e a rafforzare lo stato positivo del cliente stesso. Questo farà collassare definitivamente l’ancora negativa ed il comportamento indesiderato.

Leave a Reply

12 − sei =