[email protected]
  • it
  • es

European Coaching & NLP Program
(accreditato ACTP)

Affinità e punti di contatto fra coaching e pnl

COACHING

Le 11 competenze chiave della International Coach Federation

PROGRAMMAZIONE NEUROLINGUISTICA

Il modus operandi della International NLP Trainers Association

STABILIRE LE BASI

1 Ottemperare alle linee guida etiche e agli standard professionali – Comprendere l’etica e gli standard del coaching e essere in grado di applicarli in maniera appropriata in tutte le situazioni di coaching.

2 Stabilire l’accordo di coaching – Capacità di comprendere ciò che è necessario nella specifica interazione di coaching e di concordare con il potenziale e nuovo cliente i termini del processo di coaching e della relazione.

ECOLOGIA ED INTEGRITA’

In PNL si parla di ecologia degli obiettivi ed integrità nelle modalità operative nelle sessioni e nel percorso.

La PNL a volte viene percepita come manipolativa (in senso negativo) quando invece, se applicata seguendo il faro della integrità da parte del coach e con l’intento di perseguire un cambiamento ecologico per il coachee, è la celebrazione della libertà, della purezza del linguaggio e del rispetto.

CO-CREARE LA RELAZIONE

3 Stabilire fiducia e vicinanza con il cliente – Capacità di creare un ambiente sicuro e di supporto che genera continuo rispetto reciproco e fiducia

4 Presenza nel coaching – Abilità di essere completamente consapevole e di creare una relazione spontanea con il cliente, impiegando uno stile aperto, flessibile e fiducioso.

RAPPORT, SISTEMI RAPPRESENTAZIONALI

Uno dei pilastri fondamentali della PNL è il rapport e come stabilire fiducia e comprensione reciproca avvicinandosi al coachee e al modo di interpretare la realtà da parte del coachee. L’anticamera del rapport è la presenza e l’autenticità del coach.

COMUNICARE CON EFFICACIA

5 Ascolto attivo – Capacità di concentrarsi completamente su ciò che il cliente sta dicendo e non sta dicendo, di comprendere il significato di ciò che viene detto nel contesto dei desideri del cliente, e di sostenere l’espressione di sé del cliente.

6 Domande Potenti – Capacità di porre domande che portano alla superficie le informazioni necessarie per beneficiare al massimo la relazione di coaching ed il cliente.

7 Comunicazione diretta – Capacità di comunicare in modo efficace nel corso delle sessioni di coaching e di utilizzare un linguaggio che abbia il maggior impatto positivo sul cliente

ACUITÀ SENSORIALE, METAMODELLO, MODELLO DI COMUNICAZIONE DELLA PNL, FEEDBACK

La acuità sensoriale visiva, uditiva e cenestesica in PNL sono fondamentali ai fini del rapport ma anche per l’utilizzo del metamodello e per formulare domande altamente qualitative che sono un supporto di straordinaria efficacia alle domande potenti del coaching per favorire l’esplorazione di alternative da parte del coachee.

La applicazione del modello di comunicazione basata sulla percezione, i filtri e la rappresentazione della realtà coadiuvata dal feedback e dal potere della linguistica sono gli strumenti ideali per favorire il cambiamento in maniera efficace.

FACILITARE APPRENDIMENTO E RISULTATI

8 Creare consapevolezza – Capacità di integrare e di valutare con precisione diverse fonti di informazione, e di fare interpretazioni che aiutino il cliente a ottenere consapevolezza e quindi raggiungere risultati prefissati

9 Progettazione di azioni – Capacità di creare con il cliente opportunità per l’apprendimento, durante il coaching e in situazioni di lavoro/vita e per intraprendere nuove azioni che porteranno il più efficacemente possibile ai risultati di coaching prefissati

10 Pianificare e stabilire obiettivi – Capacità di sviluppare e mantenere un piano di coaching efficace con il cliente

11 Gestire i progressi e le responsabilità – Capacità di mantenere l’attenzione su ciò che è importante per il cliente e di lasciargli la responsabilità di agire.

PERCEZIONE, OBIETTIVI, TIME LINE, FLESSIBILITÀ

L’allargamento delle mappe del coachee inducono ad una maggiore consapevolezza dei limiti e delle risorse ai fini del raggiungimento dell’obiettivo desiderato.

La formulazione di obiettivi ben formati sono il leit motiv della PNL. Così come il suddividere i grandi obiettivi in obiettivi più piccoli collocando il raggiungimento di essi nel tempo al fine di testare la bontà (ecologia) dell’obiettivo da un lato e la realizzabilità e le tempistiche dall’altro.

Un altro pilastro fondamentale della PNL è la flessibilità. La mancanza di essa penalizza sia il coachee che il processo verso il raggiungimento dell’obiettivo desiderato.

Una presupposizione fondamentale in PNL è che il coachee ha tutte le risorse per raggiungere un obiettivo da lui desiderato.